Recensione 39: Look Left

“Si addormentò poco dopo, guardandola e chiedendosi se in così poco tempo ci si potesse innamorare di una persona.”

Buongiorno Book Lovers, possono due persone incontrarsi per caso e innamorarsi a prima vista?
Io credo che l’amore non avvisa, nessuno sa quando Cupido scoccherà la sua freccia; Livia e Pedro, i due protagonisti di “Look Left”, scopriranno presto che l’amore non si programma, arriva, colpisce e…

Vi ricordate nella “Divina Commedia”, V canto dell’Inferno, galeotto fu il libro e chi lo scrisse”, il libro che portò Paolo e Francesca al bacio adultero, in “Look Left” di Katiuscia Napolitano, galeotto fu la statua di “Ratto di Proserpina”.

Ratto-di-Proserpina
Ratto di Proserpina

“Proserpina era lì nel bosco che giocava e coglieva viole e candidi gigli e con fanciullesco impegno ne riempiva canestri e il grembo della veste, sforzandosi di raccoglierne più delle compagne. Quand’ecco fu vista e in un sol colpo amata e rapita da Dite: tanto fulminea fu l’azione dell’amore.”

Come l’amore di Ade fu fulmineo verso Proserpina così l’amore di Pedro sarà fulmineo verso Livia

Livia, 38 anni, italiana, vive a Londra da tre anni, insieme ad una sua ex collega e amica, Alexis, ha aperto una libreria/caffè, ama i viaggi e gestisce un blog “The travelling girl”, esuberante, allegra, indipendente, non ha ancora trovato l’uomo capace di farle battere il cuore, ama molto dormire…

“Livia si svegliò stranulata…[…] spense la sveglia e si girò dall’altro lato.”

Pedro, uomo latino, fotografo, 43 anni, un matrimonio in pausa, sta cercando di capire se vale la pena di salvarlo o riprendersi la sua vita, lavora come direttore creativo per un’azienda che realizzano calendari; bello, vigoroso, ma da qualche tempo il suo sguardo è triste.
Al contrario di Livia lui ama alzarsi preso la mattina.

“Pedro aprì gli occhi come ogni mattina sette minuti prima del trillo della radiosveglia.”

É una mattina d’autunno a Londra, mancano due mesi al Natale, il freddo inizia a farsi sentire, sia Livia che Pedro sono in crisi, Livia si domanda come mai non riesce a trovare l’uomo giusto per lei, l’uomo per cui fare una pazzia, Pedro è in crisi per il lavoro, non ha idee per il calendario del nuovo anno.

Non sanno che il fato sta per cambiare le loro vite, Livia e Pedro metteranno in discussione tutte le loro certezze, affronteranno le loro paure; i loro destini stanno per incrociarsi…

Un museo, Victoria and Albert, una panchina, una statua, “Ratto di Proserpina”, un obiettivo, quello di Olga, la macchina fotografica di Pedro…

“Mentre sfruttava la prospettiva che si era creata tra un gruppo di turisti e una statua, notò una ragazza. Anche lei seduta su una panchina. Scriveva velocemente su un diario, senza quasi staccare gli occhi dalla pagina. Ogni tanto guardava la statua difronte a sé, poi tornava al foglio.”

Ecco Cupido ha lanciato la sua freccia, verso Pedro, quella freccia che fece innamorare Ade, il dio degli inferi, della bella Proserpina, tanto da rapirla e portarla con se come sua moglie negli inferi.

Chi è quella bella ragazza? É forse una Dea greca?
Gli sfugge, ma l’ha ispirato, farà un calendario sulle Dee greche; ma lui non sa nulla né sulla Grecia né sulle leggende degli Dei…

Quella ragazza è Livia, non sa di essere diventata la musa di qualcuno, lei è lì perché ama la Grecia e le sue leggende, ha viaggiato molto in Grecia, ha scritto molti articoli sulle sue divinità nel suo blog.

Il fato non ha ancora finito, ora Livia e Pedro dovranno incontrarsi, fatalità Pedro deve vincere una gara che il suo capo ha organizzato per il calendario, tra lui e il giovane Mark, uno dall’aria di primo della classe.

Per vincere ha bisogno di conoscere la storia delle divinità greche, e chi meglio dell’autrice del blog “The travelling girl” può aiutarlo?
Gli invia una mail, l’autrice gli da un appuntamento in una piccola libreria con un gufo sull’insegna.
Ma come sempre anche quel giorno Livia è in ritardo, quando entrerà nella sua libreria…

“A Pedro per poco non prese un colpo.
La sua Proserpina, la ragazza che aveva ispirato il suo tema, stava di fronte a lui.”

Un romanzo rosa, ma non di quelli stucchevoli, con dialoghi finti, ambienti e luoghi di fantasia, ma due persone vere, reali, attuali, luoghi veri, una Londra diversa quella descritta dall’autrice Katiuscia; è riuscita a far conoscere attraverso “Look Left” una Londra diversa, luoghi non molto frequentati dai turisti, descritti così dettagliatamente che ci sembrano familiari, ci farà scoprire una Londra romantica, calda, senza quella nebbia per cui noi la conosciamo, ma come è riuscita Katiuscia ad unire una storia d’amore e una guida di Londra?
Grazie all’espediente di servizi fotografici per il calendario di Pedro e il concorso per una casa editrice di guide turistiche per Livia.

Un romanzo, “Look Left”, scritto con un linguaggio scorrevole, si legge velocemente, soprattutto perché si vuole conoscere come si concluderà la storia tra Pedro e Livia, ho appezzato anche l’idea di raccontare la storia dal punto di vista dei due protagonisti, come loro vivono diversamente o no i loro incontri di lavoro.

É una storia attuale, due giovani adulti che trovano l’amore quando ormai sembrava troppo tardi, quando ormai pensavano “il tempo passa”, la paura di rimanere soli, quelle paure che tutti abbiamo avuto e provato, quelle paure che poi scompaiono quando troviamo la persona giusta.

Ho amato questo romanzo anche per un’affinità con la storia di Pedro e Livia, io sono un’appassionata di viaggi, amo organizzare itinerari non usuali, scoprire luoghi poco conosciuti, e mio marito è un fotografo molto bravo, ma come Pedro ha paura di mettersi in gioco.

Ora il fato li ha fatti incontrare, Cupido ha scagliato le sue frecce, Livia ha scoperto che per l’amore si è disposti anche a rinunciare a un po’ della propria indipendenza, ha scoperto che è bello viaggiare in due, ma…già c’è un ma, Pedro è un uomo ancora sposato.

“L’aveva persa di nuovo. Come quel giorno al Victoria and Albert, scomparsa tra la folla prima che lui la potesse raggiungere. Di nuovo non era stato in grado di correre, di afferrarla. Di stringerla a sé promettendole che mai l’avrebbe lasciata andare. […] L’aveva persa, ed era colpa sua.”

Mi fermo qui, se volete conoscere la storia di Livia e Pedro, se volete sapere se la Dea Proserpina, la Dea della primavera, della rinascita, proteggerà il loro amore, dovete leggere “Look Left”.

Scommetto che molti si saranno chiesti perché “Look Left”…

“Lei aveva le cuffie, guardava a destra. Sbagliando come sempre, nonostante per terra ci fosse scritto, e anche bello grande: Look Left.”

look left

Giudizio finale:
5 libri
Casa editrice: Bookabook
Pagine: 226
Prezzo : € 14.00

Buona lettura

logo scritto

Annunci

3 pensieri riguardo “Recensione 39: Look Left

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...