Recensione 18: Sanditon

“ Sanditon…solo pochi anni prima, era stato un tranquillo paesino senza pretese; ma alcuni privilegi naturali della sua posizione geografica e alcune circostanze fortuite, avevano suggerito…la possibilità di trasformare quel paese in una vera fonte di guadagno.”

Buogiorno Book Lovers ultimo romanzo incompiuto di Jane AustenSanditon”.
Come per “I Watson” anche il titolo a questo romanzo non fu dato dall’autrice, il romanzo deve il titolo al luogo centrale della vicenda, la piccola cittadina balneare di Sanditon.

Gennaio 1817, Jane Austen sta iniziando un nuovo romanzo, ma pochi mesi dopo, 18 marzo 1817, lascerà incompiuto, a causa dell’aggravarsi della sua malattia, il Morbo di Addison, di cui era ammalata da un anno.
Il Morbo di Addison la causava dolori lancinanti e progressiva debilitazione fisica, che la portarono alla morte quattro mesi dopo, 18 luglio 1817, a soli 42 anni.

Proprio per ironizzare la sua malattia, in Sanditon mette in evidenza le finte malattie, combattere la malattia e la paura della morte, la sofferenza e la rabbia per la sua situazione la affronta con dei personaggi sciocchi che si inventano malattie e rimedi inesistenti, le due sorelle e il fratello minore di Mr Parker, Diana, Susan, Arthur.

“…vecchio malanno, la bile spasmodica…i nervi di Susan…per un forte mal di testa sei salassi al giorno per 10 giorni…”

In un romanzo della Austen non può mancare il personaggio narcisista, damerino, dandy.

“Il principale obiettivo della vita di Sir Edward era: essere un seduttore.”

Il romanzo è appena una bozza, ma non sfugge la crescita della Austen, più matura e consapevole della sua satira e del suo sarcasmo, per la società di quegli anni, infatti in Sanditon sono elementi che accompagnano tutto il romanzo.

“Arrivano famiglie su famiglie, ma, per quel che ne so, non una su cento che possiede dei beni, immobili o capitalizzati. Una rendita, magari, ma nessuna proprietà. Possono essere preti, o avvocati di città, o ufficiali a mezzo salario, oppure vedove con un semplice appannaggio. E che genere di vantaggio può portare questa gente? …..A se riuscissimo ad avere una giovane ereditiera….”

Scusate se apro una piccola parentesi, a distanza di 200 anni, io sento le stesse parole dalle persone che vivono nel piccolo paesino di mare dove abito io, ottima posizione geografica e bellezze naturali…è proprio vero passano gli anni, cambiano i luoghi, ma la gente pensa solo ad una cosa…il denaro a proprio vantaggio!!!!

Chiudo la piccola parentesi e continuo con Sanditon di Jane Austen.

Anche in Sanditon non può mancare un’eroina, Charlotte Heywood, 22 anni, figlia di un proprietario terriero di Willingden, ospite di Mr Parker.
Charlotte sguardo assennato, un punto di vista per criticare la follia e le sciocchezze, le banalità dei personaggi, che la circondano, una ragazza umile ma dal carattere e dalle idee ben salde, meno precipitosa, più audace, meno superficiale e più dinamica delle precedenti eroine austeniane.

Di questo romanzo non sapremo mai come la storia sarebbe andata a finire, sappiamo solo i disvalori che Jane Austen coglie nella società del suo tempo e che disprezza: ipocrisia, arrivismo, presunzione, vanità, narcisismo, calcolo del proprio tornaconto a scapito della sincerità.

“…«circolo in cui si muovevano a Sanditon», per dirla in modo appropriato, perché tutti devono «muoversi in un circolo»; e forse è proprio alla prevalenza del movimento rotatorio che si devono attribuire i giramenti di testa e i passi falsi di molte persone”.

Una cosa è certa di questo romanzo, sarebbe stato un altro capolavoro, coinvolge subito, se solo la Austen non si fosse trovata costretta ad abbandonare la stesura del romanzo quattro mesi prima di morire.
Opera irrinunciabile, frutto di un genio, romantica , ironica, da leggere anche senza la fine!

Ci sono autori dei quali sentiamo la mancanza quando si termina un loro romanzo, una sorta di di perdita, un senso di vuoto, malessere, questo capita con Jane Austen…chissà quante opere meravigliose zia Jane, ci avrebbe regalato se non fosse morta prematura!

“Semplicemente Jane Austen è la più perfetta artista tra le donne, la scrittrice i cui libri sono tutti immortali. (Virginia Woolf)”

 

Giudizio finale:
5 libri
Casa editrice: Newton Compton Editori
Pagine: 184 (Lady Susan – I Watson – Sanditon)
Prezzo di copertina: € 3.90
Prezzo Amazon: € 3.14

Buona lettura

logo scritto

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...