Recensione 16: Lady Susan

“Quando una persona vive nella menzogna, non può essere coerente”

Buongiorno, eccomi qui Book Lovers, come promesso finalmente la recensione dei tre romanzi incompiuti di Jane Austen.

Il libro della Newton Compton Editori comprende in un unico volume tutti e tre i romanzi.

Inizio con il primo dei romanzi, Lady Susan, non è proprio incompiuto è una specie di esperimento della Austen…iniziava la sua vita da scrittrice…

Lady Susan primo libro scritto da Jane Austen, mai voluto pubblicare.
Elaborato tra il 1793 e il 1795, rivisitato nel 1805.
Unico romanzo epistolare della Austen, anche “Ragione e Sentimento” inizialmente era un romanzo epistolare poi la Austen modificò il romanzo.

Aveva circa 20 anni quando iniziò a scivere Lady Susan ma troviamo subito una delle sue caratteristiche, l’ironia, canzonare la società di quegli anni.

Come tutti i romanzi della Austen, anche Lady Susan, è molto attuale, i pettegolezzi ci sono sempre, unica differenza prima per via epistolare ora sms.

Attraverso le 41 lettere che si scambiano i principali protagonisti, Lady SusanMrs JohnsonMrs VernonLady De Courcy, la Austen traccia un ritratto non molto lusinghiero della società bene inglese.
Un gruppo di donne, legate da rapporti di amicizia o parentela si scontrano senza esclusione di colpi, tra pettegolezzi e conquiste di uomini; un lavoro svolto da donne intelligenti, scaltre e con grande capacità di sedurre, la cultura invece é inutile al fine di procurarsi un marito o un amante in più.
Gli uomini sono delle pedine da maneggiare a seconda delle necessità.

Per la prima volta l’eroina della Austen non è una ragazza che cerca un matrimonio d’amore, una ragazza sincera, dolce, innocente e ingenua, ma un’eroina bugiarda, in cerca di uomini da sottomettere, fare un matrimonio di convenienza, non importa se con uomini più vecchi o più giovani, Lady Susan è una manipolatrice, astuta, ipocrita.

Lady Susan, di circa 35 anni, anche se dal suo aspetto non ne dimostra più di 25, vedova di Mr Vernon, una figlia, che non ama molto, ma che vorrebbe farla sposare con un ragazzo stupido ma ricco…

Ho imparato ad amare la Austen attraverso i suoi romanzi più famosi e inizialmente Lady Susan mi è sembrato noioso, mi mancavano i tipici dialoghi della Austen, i cambiamenti dei personaggi, poi a metà romanzo ecco che si riconosce la mano della Austen.

Romanzo di pochissime pagine da leggere velocemente.

La prima lettera che Lady Susan scrive è destinata a suo cognato, Mr Vernon, per informarlo del suo arrivo, la scusa? Conoscere la cognata e i loro figli…
Ma le vere motivazioni, per cui deve lasciare velocemente la casa dove è ospite, le spiegherà nella lettera successiva alla sua amica e confidente Mrs Alicia Johnson.

Lady Susan per il suo modo di fare, con ogni uomo che incontra, non è ben vista dalle altre signore, noi oggi diremmo “una gatta morta”.

Inizialmente chiunque la ospita con piacere, soprattutto per la sua situazione di vedova, ma ben presto mette scompiglio nelle famiglie, portandola ad essere una ospite non gradita.

Non ama molto la figlia perché diversa da lei, Frederica, 16 anni, è una ragazza timida, riservata, non riesce a comunicare con la madre, preferisce chiudersi e stare lontana.
La odia perché vuole farla sposare con un ragazzo che a lei non piace e giudica stupido, Sir James Martin.

“Non si è mai vista una ragazza della sua età che promette così chiaramente di diventare lo zimbello del genere maschile. I suoi sentimenti sono piuttosto fervidi e l’incantevole ingenuità con cui li mostra fa nascere la legittima speranza che sarà derisa e disprezzata da qualunque uomo la incontri.”

La madre quindi crede che se la figlia non accetta questo matrimonio di convenienza sarà derisa da tutti.
Per punizione di non volerla obbedire Frederica verrà chiusa in un collegio e lei si trasferisce da Mr e Mrs Vernon.

Chiaramente Mrs Vernon non è molto felice di ospitarla, come farà presente in una lettera alla madre, Lady De Courcy, ma una lettera del fratello, Mr Reginald De Courcy, che annuncia il suo arrivo, la renderà felice…ma non sa che proprio il fratello, un ragazzo gentile, tranquillo, sta per diventare la nuova vittima di Lady Susan.

Per chi ama le eroine della Austen, non vede in Lady Susan un personaggio positivo, da amare, come è successo per Elinor e Marianne, Emma, Elizabeth, Fanny, Catherine e Anne.

In lady Susan la vera eroina austeniana è Frederica, sottomessa al volere materno, crede nel matrimonio d’amore.

“Scorgo così spesso i suoi occhi fissare il viso di lui con una evidente espressione di pensosa venerazione. È un giovane di bell’aspetto; inoltre c’è una tale autenticità nei suoi modi che lo rende estremamente affascinante, e sono sicura che Frederica ne sia attratta.”

Lady Susan è una donna troppo indipendente, senza scrupoli, è una donna che ottiene quello che vuole, ma a volte questo comportamento fa soffrire altri.

Dopo aver conquistato il cuore di Mr Reginald, ormai nelle sue mani, pronto a sposarla anche contro il volere di tutta la sua famiglia, Lady Susan commette un errore, come si dice “mettere due piedi in una scarpa”, Reginald come marito e Mr Manwaring come amante.

“Il povero Manwaring mi ha raccontato certi fatti sulla gelosia della moglie! Che donna sciocca, aspettarsi fedeltà da un uomo con il suo fascino!”

Ma come dice un proverbio “chi troppo vuole nulla stringe!”, questo suo voler avere tutto a cosa la porterà? Riuscirà a far capitolare di nuovo Reginald o riuscirà a far separare Mr Manwaring oppure….?
Frederica rimarrà con la madre, sposerà Sir James Martin o riuscirà a vivere con gli zii che le vogliono bene e sposarsi con l’uomo che ama?

Conoscendo Jane Austen non mancheranno i colpi di scena.
In questo romanzo si vede una Jane Austen alle prime armi, ma si intuisce il suo talento.

Per una perfezionista come la Austen si può intuire il perché non ha voluto pubblicare Lady Susan, non è un romanzo perfetto.
Ma la grande ironia della Austen c’è…

“Questa corrispondenza, per l’incontro di alcuni e la separazione di altri, non poté proseguire, con grande perdita per le entrate delle Poste.”

La conclusione del romanzo non termina con una lettera ma è la Austen che racconta la conclusione al lettore, ironizzando anche su un personaggio che nel breve romanzo è solo accennato.

“Per quanto mi riguarda, confesso che la mia compassione va soltanto a Miss Manwaring, che dopo la sua venuta a Londra e aver affrontato per il suo guardaroba spese che l’avrebbero impoverita per i due anni successivi, col solo scopo di conquistarlo, fu defraudata di quanto le spettava da una donna di dieci anni più vecchia di lei.”

Giudizio finale:
3 libri
Casa editrice: Newton Compton Editori
Pagine: 184 (Lady Susan – I Watson – Sanditon)
Prezzo di copertina: € 3.90
Prezzo Amazon: € 3.14

Buona lettura

logo scritto

Annunci

4 pensieri riguardo “Recensione 16: Lady Susan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...